Periodico mensile dei Padri Cappuccini e del Terz’Ordine Francescano della Provincia di Sardegna
 
 
Voce Serafica, Settembre 2012
Varie Un sorriso in più
a cura della Redazione

 




Ti fa ridere?



A scuola

Il maestro è disperato perché i ragazzi sono indisciplinati. «Ora basta» dice. «Pensavo di insegnare a ragazzi intelligenti, con cui si può ragionare, ma mi sbagliavo.
Se c'è qualche sciocco in questa classe, è ora che si alzi subito in piedi!» Nessuno si muove.
Dopo qualche minuto, uno dei ragazzi si alza. «Perché ti sei alzato?» dice il maestro.
«Mi dispiaceva vederlo lì in piedi da solo!» esclama il ragazzino.

«Pierino, lo sai che non si può dormire in classe...».
«Lo so, signora maestra, ma se lei parlasse un po’ meno si potrebbe!»

 

Al bar

 

«Mi spieghi perché bevi con gli occhi chiusi?».
«Eh...perché il medico mi ha detto che l’alcool non lo devo neppure vedere!»

 

Dal dentista

 

«Allora, Pierino, ti sei fatto curare dal dottor Rossi, il famoso dentista indolore?».
«Sì, mamma! Ma in realtà non è vero che è un dentista indolore... quando gli ho morso il dito ha cominciato ad urlare come tutti gli altri!»

 

Dall’oculista

 

«Dottore, sono preoccupato perché mi succede una cosa davvero strana. La mattina appena mi alzo vedo bene, il pomeriggio molto meno, mentre la sera vedo addirittura doppio! Come è possibile?».
«Scusi, ma che mestiere fa?».
«Il degustatore di vini, perché?»

 

Carabinieri

 

Durante uno spettacolo un comico sta per raccontare una barzelletta al pubblico.
«E adesso vi racconterò una barzelletta sui carabinieri!».
Dal fondo della stanza giunge una voce: «Guardi che io sono dell'arma!».
«Non si preoccupi signore, a lei la spiego dopo!»

 

Il carabiniere e le parole crociate.
Quindici verticale, due lettere: «Sei Romano».
Il carabiniere pensa e ripensa e poi scrive: «No».

 

Giornali

 

Un signore ogni mattina va all'edicola e prende il quotidiano, arriva alla pagina dei defunti, la legge e poi richiude il giornale e se ne va. Ogni settimana, la stessa storia, fino a che il giornalaio arrabbiato chiede all'uomo che cosa legge tutte le mattine. L'uomo convinto risponde: «Guardo se ci sono anche io!». Passano i mesi e una mattina il giornalaio aprendo il quotidiano nella sezione dei defunti legge il nome di quell'uomo e commenta: «Ma guarda questo pazzo, oggi che c'è... non è venuto!».





Prova a indovinare

1. Non si muove... eppure arriva ovunque. Cos’è?

 

2. Se le unisci, dividono: che cosa?

 

3. Tre mamme hanno ognuna 2 figlie. Devono andare al cinema e nella sala sono rimasti solo 7 posti. Eppure riescono a sedersi tutte quante, perfettamente. Come è possibile?

 

4. È tuo ma lo usano quasi sempre gli altri… Che cos’è?

 

5. Ha i denti, eppure è sempre a digiuno. Di cosa parliamo?

 

6. Una signora entra in una ferramenta per comprare un oggetto, e ne chiede il prezzo al commesso che risponde: «Per uno, spenderà un euro, per dodici, due euro». «E per 144?», chiede la signora. Il commesso replica «Ovviamente tre euro». Qual è l’oggetto che vuole comprare?