Periodico mensile dei Padri Cappuccini e del Terz’Ordine Francescano della Provincia di Sardegna
 
 
Voce Serafica, Settembre 2012
Spiritualità Il santo del mese: Beata Teresa di Calcutta
di Andrea Agostino

 

Andrea Agostino
    Andrea Agostino



Madre teresa incontra papa Giovanni Paolo II
Madre Teresa
incontra Papa
Giovanni
Paolo II
Gonxha (Agnese) Bojaxhiu, la futura Madre Teresa, è nata il 26 agosto 1910 a Skopje (ex Jugoslavia). Fin da piccola riceve un'educazione molto cattolica dato che la sua famiglia, di cittadinanza albanese, era profondamente legata alla religione cristiana. Già verso il 1928, Gonxha sente di essere attratta  verso la vita religiosa, cosa che in seguito attribuirà ad una «grazia» fattale dalla Madonna. Presa dunque la fatidica decisione, viene  accolta a Dublino dalle Suore di Nostra Signora di Loreto, la cui Regola si ispira al tipo di spiritualità indicato negli «Esercizi spirituali» di Sant'Ignazio di Loyola. Ed è proprio grazie alle meditazioni sviluppate sulle pagine del santo spagnolo che Madre Teresa matura il sentimento di voler «aiutare tutti gli uomini». Gonxha è attirata dunque irresistibilmente dalle missioni. La Superiora la manda quindi in India, a Darjeeling, città situata ai piedi dell'Himalaia, dove, il 24 maggio 1929, ha inizio il suo noviziato. Il 25 maggio 1931, pronuncia i voti religiosi e assume da quel momento il nome di Suor Teresa. Per terminare gli studi, viene mandata, nel 1935,  presso l'Istituto di Calcutta, capitale sovrappopolata ed insalubre del Bengala. Madre Teresa rimane inorridita quando scopre che ogni mattina, i resti di quelle creature vengono raccolti insieme con i mucchi di spazzatura. Il 16 agosto 1947, a trentasette anni, Suor Teresa indossa per la prima volta un «sari» (veste tradizionale delle donne indiane) bianco di un cotonato grezzo, ornato con un bordino azzurro, i colori della Vergine Maria. Sulla spalla, un piccolo crocifisso nero. Due anni dopo, Madre Teresa crea il «Centro di  speranza e di vita» per accogliervi i bambini abbandonati.  Nel corso degli anni ‘60, l'opera di Madre Teresa si estende a quasi tutte le diocesi dell'India. Nel 1979 le viene assegnato il riconoscimento più prestigioso: il Premio Nobel per la Pace, tra le motivazioni è indicato il suo impegno per i più poveri, tra i poveri, e il suo rispetto per il valore  e la dignità di ogni singola persona. Dopo qualche anno, dopo varie degenze in ospedale, Madre Teresa si spense a Calcutta, il 5 settembre 1997, suscitando commozione in tutto il mondo. Il 20 dicembre 2002 il Beato Papa Giovanni Paolo II firmò un decreto che riconobbe le virtù eroiche della «Santa dei Poveri», così il 19 ottobre 2003 la beatificò davanti a un'emozionata folla di trecentomila fedeli.