Periodico mensile dei Padri Cappuccini e del Terz’Ordine Francescano della Provincia di Sardegna
 
 
Voce Serafica, Marzo 2011
Lettere È coetaneo di Voce
Mons.Francesco Amadu

 

Reverendo Padre, sono ormai tanti anni che seguo con molto interesse la vostra «Voce Serafica», che non è soltanto «vostra» ma di tanti, tantissimi altri. Vivo nel Seminario di Ozieri, che la riceve regolarmente. Per renderla ancor più interessante vengo a sapere, soltanto con l’ultimo numero, che siamo... coetanei, anche se essa ha sei mesi più di me. Sono nato infatti il 4 ottobre 1921, giorno di San Francesco. Vedo che la migliorate sempre più anche da un punto di vista iconografico: un campo che mi è particolarmente caro, specialmente per quel che riguarda l’arte sacra. Su questo campo sento il «dovere» di ringraziare vivamente il Prof. Osvaldo Lilliu per i suoi studi sull’architettura sacra in Sardegna. Non lo conosco personalmente, anche se conosco di persona un altro Lilliu, l’archeologo illustre, Giovanni, del quale conservo qualche lettera, e al quale debbo molto. Con i più vivi auguri perché quest’anno sia, se Dio vuole, ancora migliore di quello trascorso.

Mons. Francesco Amadu (Seminario di Ozieri)

 

Caro Monsignore, anche Voce ringrazia Lei per la sua affezione, che gli anni non hanno affievolito. Grazie anche per le belle parole e i complimenti. Il ringraziamento a Osvaldo Lilliu è certamente meritato e gli farà tanto piacere riceverlo. Tengo a precisare però che non si tratta del famoso archeologo ma di un suo omonimo, che tuttavia, come può ben vedere, non è meno di lui meritevole di apprezzamento, dato il gran bene che ha fatto all’Isola nel preservarne e farne conoscere il patrimonio architettonico.